La Caliera

Moscato d’Asti
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Vitigno: MOSCATO BIANCO DI CANELLI 100%
Altitudine: 360 metri s.l.m.
Pendenza: 32% con esposizione Sud Ovest
Forma di allevamento: Guyot Basso
Terreno: 45% tufaceo - 48% arenaria - 7% calcio
Resa media per ettaro: 65 hl.

TECNOLOGIA PRODUTTIVA

Giunti alla vendemmia, l’uva moscato ormai matura viene pressata sofficemente. Il prodotto ottenuto viene introdotto in cella frigorifera alla temperatura di 0 °C al fine di inibire l’attività fermentativa. Successivamente ogni singola partita verrà filtrata e messa in autoclave; questo apposito contenitore permette di trattenere l’anidride carbonica e riscaldare il prodotto ancora totalmente zuccherino fino alla temperatura di 15 °C. In questo modo si favorisce l’avvio fermentativo che si protrarrà fino a 5,5% vol. di alcool. A questo punto della lavorazione il prodotto ormai divenuto Moscato d’Asti viene raffreddato a 0 °C per bloccare la fermentazione. Trascorso il mese di ottobre si procede all’imbottigliamento nei primi giorni di novembre.

NOTE DEGUSTATIVE

Un Moscato d’Altura, corposo, vellutato e dal profumo intenso con sentori di frutta candita, fiori d’acacia e sfondo muschiato. Unica la percezione olfattiva di “violetta”.

ABBINAMENTI GASTRONOMICI

Servito ad una temperatura dai 10 ai 12 °C in bicchieri di cristallo, accompagna delicatamente i desserts, la frutta fresca e le macedonie.

Scheda tecnica
Etichetta
Bottiglia